Tour

in cantina

Enoteca

con la natura intorno

Capire

come nasce il vino…

…prima di arrivare

sulle vostre tavole

La bellissima posizione di Audarya attira tantissimi visitatori che amano unire degustazione, tour della cantina e il panorama incantevole sui vigneti che circondano la struttura.

Le visite si svolgono solo su prenotazione dal lunedì al venerdì, dalle 10:30 e nel pomeriggio dalle 15:00,  il sabato solo la mattina.

Il tour dura un ora e mezzo. Si inizia dai vigneti, distinguendo i vitigni tipici e il territorio circostante; si passa poi alla zona lavorazione e vinificazione, imbottigliamento all’interno della cantina e sul piazzale esterno.

Infine, la degustazione guidata dei vini Audarya, accompagnata da prodotti tipici Sardi, che avviene all’interno dell’enoteca della cantina con la sua meravigliosa vetrata con vista sulla vallata dei vigneti.

Lavoriamo anche con i tour operator che propongono tour non solo di Audarya, ma del territorio in generale.

Orari

lunedì-venerdì, mattina dalle 10:30, pomeriggio dalle 15:30
sabato, solo mattina

Prenotazioni

info@audarya.it | +39 070 740437

Da vedere vicino alla cantina

Santa maria di Sibiola

La chiesetta romanica di Santa Maria sorge nella località in cui, nel medioevo, sorgeva il villaggio di Sibiola. La costruzione della chiesa, in pietra arenaria, si fa risalire al XII secolo ad opera dei monaci Vittorini.
All’interno era custodito il retablo del Giudizio Universale, opera del XV secolo attribuita al “Maestro di Olzai”. Le tavole superstiti sono attualmente custodite nella Pinacoteca nazionale di Cagliari.

Stani Saliu

Lo stagno di Staini Saliu (Stagno Salato), è una zona umida situata nella Sardegna meridionale in territorio del comune di Serdiana.
Nei periodi primaverile ed autunnale lo stagno è popolato dalla presenza di diverse specie di uccelli tra i quali anatidi, trampolieri, cavalieri d’Italia, gabbiani, avocette, garzette e fenicotteri rosa.

perdiana città audarya

Città di Serdiana

L’area dove sorge oggi Serdiana è stata popolata fin dall’epoca neolitica. Nel corso dei secoli ha assistito al passaggio dalla civiltà nuragica a quella punica prima e poi romana.
Successivamente alla dominazione vandalica e bizantina, Serdiana, in epoca medievale ha fatto parte del giudicato di Cagliari. Al 1125 risale la costruzione della chiesa di Santa Maria di Sibiola.
Nel 1257, è passata al giudicato di Arborea e, successivamente, alla Repubblica di Pisa nel 1297 per poi diventare Aragonese nel 1323 e spagnola fino al 1720.

Go top